Gubbio è un comune di 30.417 abitanti (dati aggiornati al 31 marzo 2023) nella provincia di Perugia, che fa parte della regione Umbria. La città si trova a ca. 35 km da Perugia ed è posizionata alle falde del monte Ingino. È famosa per il suo centro storico ben conservato e le sue numerose tradizioni e festività.

Italia > Umbria > Perugia > GUBBIO

Per gli amanti dell’escursionismo ci sono molti tour interessanti nella zona di Gubbio, in cui è anche possibile seguire le orme di San Francesco. Il famoso Sentiero di San Francesco è lungo 192 km e conduce dal luogo di pellegrinaggio di La Verna ad Assisi, passando per Gubbio. A sud della città si trova il Parco della Vittorina, che comprende una chiesa in cui si venera tradizionalmente San Francesco. Qui si dice che il santo domò un lupo che in precedenza aveva causato molti problemi alla città. A pochi chilometri dalla città, sulla collina di fronte al Monte Igino, si trova il Parco di Coppo, un’area pic-nic attrezzata con giochi per bambini, ristorante, bar e altri servizi. Nei dintorni si trovano anche la Gola del Bottaccione, una gola geologicamente molto interessante dove vengono offerte anche visite guidate alle grotte, e il Parco del Monte Cucco, una riserva naturale sulle montagne dell’Appennino.

Breve informazione con mappa disponibile qui: https://goo.gl/maps/kmc2HMZbPpwpdeCH7

L’infrastruttura

Per arrivare a Gubbio in auto, si esce dall’autostrada A14 a Fano per proseguire in direzione Roma (venendo da Nord) o ad Ancona Nord per proseguire in direzione Jesi-Fabriano (venendo da Sud), oppure si esce dall’autostrada A1 ad Arezzo per proseguire in direzione Città di Castello (venendo da Nord) o a Orte per proseguire in direzione Perugia-Cesena (venendo da Sud). È anche possibile arrivare in treno, grazie alla stazione Fossato di Vico/Gubbio sulla linea ferroviaria Roma-Ancona.

I tre livelli della città sono collegati da due ascensori pubblici. Inoltre, una funivia a due posti conduce da Gubbio (532 m) alla Basilica di Sant’Ubaldo (803 m).

La storia

La storia della città di Gubbio risale all’epoca preromana. Nel corso dei secoli, la città fu dominata da numerose potenze come i Romani, i Bizantini, i Longobardi e i Franchi. Nel Medioevo, Gubbio raggiunse una grande importanza grazie alla sua posizione strategica e alla sua ricchezza culturale e artistica. Ancora oggi la città conserva numerosi monumenti e opere d’arte che testimoniano la sua gloriosa storia.

L’economia

Nel territorio di Gubbio ci sono medie e piccole attività, di cui molte appartengono al settore turistico e all’artigianato. Hanno una tradizione la produzione di ceramiche e lavorazione del ferro battuto e orafa, oltreché i laboratori di intarsio, di intaglio, di scultura, di ebanisteria, di restauro, di liuteria e di modellismo. A livello industriale, Gubbio, pur essendo una piccola cittadina, presenta molte aziende affermate sul mercato nazionale e internazionale per quanto riguarda principalmente il settore cementiero.

La cultura

Gubbio è una delle città più antiche dell’Umbria. È molto ben conservata e ricca di edifici che testimoniano un passato glorioso, soprattutto il suo periodo di massimo splendore nel XIII e XIV secolo. Il centro storico medievale è considerato uno dei più belli d’Europa ed è ricco di monumenti storici.

La città è famosa per la sua Festa dei Ceri, una tradizione millenaria che si svolge il 15 maggio di ogni anno. È dedicata al patrono della città, a Sant’Ubaldo di Gubbio.

L’ultima domenica di maggio si svolge il Palio della Balestra, una manifestazione folcloristica con costumi medievali, tiro con la balestra e sbandieratori.

Luoghi d’interesse

Piazza Grande: il cuore pulsante della città che risale fino all’epoca romana. Nel corso dei secoli, è stata il fulcro della vita sociale e culturale della città, ospitando importanti eventi religiosi e civili. Oggi, è il luogo ideale per passeggiare e godere dell’atmosfera unica di Gubbio. È una piazza incantevole, caratterizzata dalla pavimentazione in pietra, dagli edifici medievali e dalle antiche fontane.

Palazzo dei Consoli: edificio di straordinaria bellezza, caratterizzato dalla facciata in pietra, dalle decorazioni in ferro battuto e da finestre gotiche. Al suo interno, è possibile visitare il Museo Civico di Gubbio, che ospita importanti collezioni di arte e di storia. Si trova sulla Piazza Grande. Il Palazzo dei Consoli fu costruito nel XIV secolo e nella sua storia ha visto la nascita di opere d’arte di grande valore. Oggi, è uno dei simboli di Gubbio e un luogo imperdibile per chi visita la città.

Teatro Romano: antico teatro romano costruito nel I secolo d.C., che oggi attira visitatori da tutto il mondo. Durante il periodo romano aveva una capacità di circa 6.000 spettatori ed era utilizzato per rappresentazioni teatrali e musicali. Nel corso dei secoli, il teatro è stato abbandonato e coperto dalla vegetazione, fino a quando è stato riscoperto e restaurato nel XX secolo. Si trova a pochi passi dal centro storico e offre un’ottima vista panoramica sulla città e sui monti circostanti.

Cattedrale di Gubbio: gioiello dell’architettura romanica, caratterizzata dalla sua facciata in pietra e dalle sue tre navate. Si trova nel centro storico di Gubbio. Al suo interno, si possono ammirare opere d’arte di grandi maestri, tra cui il dipinto di Matteo da Gualdo raffigurante la Madonna del Belvedere.

Basilica di Sant’Ubaldo: opera architettonica particolarmente bella in stile gotico, costruita nel XIV secolo. Si trova sul Monte Ingino, sopra la città, ed è caratterizzata dall’imponente torre campanaria che ha 76 metri di altezza. Al suo interno, si possono ammirare opere d’arte e affreschi di grandi maestri, tra cui un dipinto del 1300 che mostra Sant’Ubaldo, vescovo patrono di Gubbio.

PUBBLICITÀ A – PUBBLICITÀ B – PUBBLICITÀ C – PUBBLICITÀ D